La Floriterapia di Bach prende il nome dal suo fondatore, Edward Bach, un medico di origine gallese nato nel 1886. Dopo una brillante carriera e una gravissima malattia, Bach decise di abbandonare la medicina ufficiale e di dedicarsi allo studio di alcune specie floreali (non solo piante ma anche alberi) che sentiva potessero essere preziose per la salute psicofisica dell’uomo. Si ritirò in campagna dove, nel corso degli anni, scoprirà i vari rimedi, in una meravigliosa miscela di ragionamento ed intuito che lo porterà a restringere la sua ricerca al solo fiore, scartando le altre parti della pianta, convinto che è nel fiore che si concentra la forza vitale. Le piante da cui derivano i Fiori di Bach sono atossiche, alcune vengono usate in altra forma anche nella fitoterapia ma per la maggior parte sono considerate “erbacce” prive di valore.
Bach giunse ad individuare 38 rimedi, chiamati in seguito Fiori di Bach, preparati secondo un metodo semplice e naturale: l'”energia” del fiore veniva estratta lasciando il bocciolo al sole nell’acqua per alcune ore, il liquido ottenuto era poi filtrato e diluito con brandy per conservarne inalterate le proprietà.
I rimedi sono stati classificati da Bach secondo 12 stati d’animo principali: paura, inquietudine, indecisione, indifferenza, scoraggiamento, debolezza, impazienza, orgoglio, disperazione, solitudine, stanchezza, preoccupazione. Si tratta dei cosiddetti 12 Guaritori, ai quali Bach aggiunse in seguito 7 Aiuti e 19 Assistenti.
La terapia floreale è una vera e propria medicina olistica che agisce su tutti i livelli dell’essere: fisico, emozionale, mentale e spirituale.
Il concetto di similitudine vibrazionale è alla base dell’azione dei fiori: come nell’omeopatia dunque, non è la materia, la quantità ponderale ad agire, ma qualcosa di più sottile, fino ad oggi non misurabile con le strumentazioni di cui disponiamo. Per capire il concetto di similitudine vibrazionale è necessario rifarsi alle scoperte della fisica moderna che hanno totalmente rivoluzionato gli assiomi della concezione classica e soprattutto alla teoria della relatività di Einstein che dimostrò che la massa è una forma di energia. Gli oggetti che noi vediamo non sarebbero altro che aggregati più o meno densi di energia, tutta la vita dentro e intorno a noi è in costante movimento e vibrazione: l’organismo emette continui messaggi elettromagnetici e ne riceve dall’ambiente che lo circonda, entrando in risonanza con esso. Questi messaggi vibrazionali possono avere influssi positivi o negativi sull’organismo stesso e produrre modificazioni nei suoi sistemi biologici.
Le essenze floreali esplicano la loro azione in virtù di una informazione energetica peculiare di ogni fiore, che va ad armonizzare le frequenze alterate del nostro campo energetico, entrando in risonanza con esse.

Desideri una consulenza di Floriterapia, in questo momento sto terminando il corso presso il Bach Centre  per diventare consulente accreditata  solo per te un prezzo speciale ad Euro 35,00, tempo 50 minuti.
Le mie consulenze saranno accompagnate da visualizzazioni e tecniche di pranayama per comprendere appieno in che stato emotivo ti trovi ed il fiore più indicato a te.

Ci prenderemo del tempo insieme dove mi racconterai la motivazione per cui mi hai contattata, le tue emozioni, il tuo sentire e ti accompagnerò nella scelta della miscela adatta a te.

Possibilità di consulenza online tramite Skype o presso il mio studio di Villasanta

khadija@lotusharmony.org / /3884870426