Accompagnare alla scoperta dello Yoga.

Oggi ti voglio raccontare di qualcosa di potente che mi ha legittimata come insegnante di yoga.
Se mi segui da molto sai che combatto da anni con un problema alla colonna e che nonostante l’operazione non è migliorato completamente.
Il weekend appena passato ho avuto l’onore d’iniziare un percorso di formazione di Yoga Accessibile.

Cos’è lo Yoga Accessibile? Risuona in me che sia una modalità di accompagnare alla scoperta dello Yoga TUTTI, rendere la pratica accessibile a chiunque.

Nel 2013 mi veniva diagnosticata un’ernia bruttina, decisi di provare a scegliere strade alternative alla chirurgia e pensai che continuare nella pratica Yoga potesse solo che farmi bene.
Venivo seguita in lezioni dove si conosceva la mia problematica, ma si rincorreva l’asana perfetta e la mia colonna è peggiorata.
Solo ora comprendo quanto sia importante la persona che sono diventata nel dolore cronico.

” Non è il praticante ad andare verso lo Yoga è la pratica che deve adattarsi a lui” – Alessandra Cocchi – Yoga Accessibile.

Ho sempre trasmesso ai miei allievi l’importanza della consapevolezza al nostro corpo, ho sempre detto che non ero nè la loro insegnante, nè la loro Maestra, ma semplicemente una donna che li accompagna alla scoperta dei meravigliosi strumenti che sono già all’interno di loro.

La pratica dello Yoga non è una gara all’ultimo selfie dell’asana perfetta, ma è ascolto e rispetto del nostro corpo e la ricerca della nostra luce interiore.

Se sei un praticante non dimenticare mai che lo Yoga è prima di tutto il saper stare in ascolto del tuo respiro, che se hai problemi fisici devi imparare a convivere con essi e trovare il tuo modo nella pratica non il modo altrui.

Se sei un insegnante non dimenticare mai la grandissima responsabilità che hai con i tuoi allievi, dell’importanza del sapere se ci sono problematiche e che lo Yoga non è una gara alla perfezione, ma il saper accompagnare e rendere accessibile a tutti la pratica.

Khadija

Super promozione Yoga

Le lezioni estive di Yoga in Lotus Harmony stanno giungendo al termine, se sei un mio allievo super sconto per te , e se non lo sei e decidi di iniziare un percorso di Yoga scegliendo me come insegnante un super sconto anche per te decidendo di iscriverti entro il 15 di Agosto.
Le lezioni riprenderanno il 3 di settembre.

Una lezione per un mese ad Euro 40 anzichè Euro 55.

Questa offerta è valida solo fino al 15 di Agosto se pagherai direttamente cliccando al link qui sotto

 



Ti ricordo tra quali lezioni potrai scegliere :

  • Lunedì Yoga Dolce dalle 18:15 alle 19:15
  • Lunedì Hatha Yoga & Yoga Nidra dalle 19:30 alle 20:30
  • Martedì Yoga Dolce dalle 10 alle 11
  • Martedì Hatha Yoga & Yoga Nidra dalle 13 alle 14
  • Martedì Hatha Yoga , Kriya Yoga e breve rilassamento dalle 19 alle 20

Dopo aver effettuato il pagamento ti chiedo di scrivermelo via mail per poter essere aggiornata , nell’oggetto segna “Lezioni di Yoga” e specificami per quale lezione ti sei iscritta\o.

Ricordati siamo a Villasanta in Via Mazzini 16.

khadija@lotusharmony.org

Namastè

 

La formazione è importante.

Spesso nel mondo olistico diamo per scontata la formazione, non tutti sanno che alcune professioni non sono regolamentate, questo significa che se un giorno io decidessi di essere insegnante Yoga senza fare nessuna scuola  posso farlo.
Avere una preparazione è importantissimo, praticare Yoga significa unione tra mente, corpo e spirito, quindi lavorando con il nostro corpo dobbiamo conoscerlo.
Pratico da molti anni, ma non mi sono mai sognata di svegliarmi una mattina e dirmi “Dai ormai conosci questa pratica domani vai ad insegnare”, al contrario mi sono messa più volte in discussione anche nella decisione di cercare una scuola di formazione.
Essere un praticante yoga non fa di te un’insegnante.
C’è una grande differenza tra il sapere qualcosa e trasmetterla ad altri, quando pratichiamo pensiamo a noi per ascoltarci, quando insegnamo la nostra attenzione è verso gli allievi, per questo è importante seguire un buon corso di formazione per insegnanti.
La preparazione nello Yoga è basilare, dobbiamo conoscere cosa può e non può fare una persona perchè capita che ci siano delle limitazioni fisiche e sapere quali siano le posizioni adatte è importante.
Quanti di noi entrano in un centro oppure in una palestra senza chiedersi se le persone a cui ci stiamo affidando siano realmente formati per accompagnarci?
Fatevi sempre domande, non date mai nulla per scontato, controllate i crediti della persona che scegliete come insegnante, perchè l’esperienza è importante, ma anche la formazione.
Viviamo in una società del tutto e subito, vedo corsi di formazione di pochi giorni perchè tanto non esiste nessuna regolamentazione, e si pensa che tutto sia facile, e se da una parte è molto facile trovare insegnanti Yoga senza alcun tipo di diploma come comportarsi con le stesse scuole di formazione? Anche qui non esiste una tutela, chiunque può decidere di tenere corsi per formare futuri insegnanti.
Desideri intraprendere un cammino nel mondo dello Yoga come insegnante? Non fermarti all’apparenza, ai numeri di Like su una pagina facebook o dalla presenza di tante persone nelle foto che pubblicizzano una determinata scuola, è un tuo diritto chiedere tra le informazioni i crediti di chi dovrebbere essere il tuo insegnante.
Affidarsi a persone preparate è molto importante perchè saranno loro ad accompagnarti in un viaggio per scoprire la bellezza dello Yoga come insegnante.
Lavorare con il prossimo è una grandissima responsabilità per chiunque decida di farlo.

Khadija

Perchè non amo essere chiamata Maestra

“Uccidere il Buddha quando lo si incontra significa superare il mito del Maestro e del Guru, significa distruggere la speranza che qualcuno all’infuori di noi possa essere il nostro padrone”

Da quando insegno Yoga mi è capitato spesso di essere chiamata Maestra, ed ogni volta spiego il motivo per cui questa parola non mi si addice e sono fortemente convinta che non esistano Maestri. Continua a leggere