Prendersi cura di sè

Il 2019 è iniziato da esattamente sei giorni, ed ogni previsione del mio segno (vergine) spesso riporta che questo sia l’anno in cui mi devo ricordare quanto sia importante prendersi cura di me.
Qualche giorno fa una persona mi chiese :
“come fai a pensare sempre agli altri anche quando le persone ti feriscono?”
Non mi ero mai posta questa domanda, tutto ciò che faccio mi viene estremamente naturale fin da quando ero bambina.
Ho fatto un grossissimo lavoro sull’istinto della crocerossina che era in me fino a comprendere che semplicemente uno dei miei punti forti è l’amore incondizionato (qualcuno preferirebbe dire che a volte sono troppo buona). Spesso vengo giudicata per come sono, per cosa faccio, per le mie scelte. Viviamo in una società dove il giudizio è insito in noi, io preferisco pensare che non possiamo permetterci di giudicare nessuno in quanto ci sono troppe variabili che non possiamo conoscere della vita altrui.
Torno al punto cardine di quest’articolo :

Prendersi cura di sè

Una delle mie grandi difficoltà è avere la capacità costante di prendermi cura di me, è la mia più grande lotta.
Se mi segui da un po’ sai che la psicoterapia è uno dei momenti per me più importanti, lavoro con il prossimo e di conseguenza ho bisogno di uno spazio in supervisione, ma soprattutto lo faccio per guardarmi dentro.
La mia ora con la mia psicoterapeuta è diventata un appuntamento irrinunciabile perchè è il mio luogo sicuro dove nessuno mi può giudicare.

Ma quali sono gli altri momenti in cui mi prendo cura di me?

Amo i momenti di solitudine, la casa diventa il mio rifugio, candele accese, incenso, musica di sottofondo, una doccia calda ed un buon libro rigorosamente che non c’entri con il mio lavoro.
Tra le cose che amo ci sono i momenti della mia pratica, dove il mondo intorno a me si ferma ed imparo a stare in ascolto del mio respiro.
Qualcosa che non mi faccio mai mancare sono le uscite con le amiche, quei momenti di condivisione dove sai che verrai ascoltata sia nei momenti di gioia che di sconforto.I


Innamorati di te. Della vita. E dopo di chi vuoi.
(Frida Kahlo)

Ho imparato ad amarmi e ad amare ogni piccolo momento della mia vita, solo così ho compreso come amare qualcuno e a prendermi cura del prossimo, ora devo solo continuare il cammino per la cura di me non smettendo mai di ritagliarmi del tempo soprattutto nei momenti in cui tutto sembra crollare ricominciando sempre da me

e tu ti prendi cura di te? Se lo desideri scrivimi su khadija@lotusharmony.org oppure commenta l’articolo.