Regala osservando….

Nelle tradizioni pagane vi sono dee e dei deputati a portare doni…

Da qui l’usanza di “portare doni ai bimbi buoni”.

Quello che veniva però valutato non era tanto la bontà della persona: quanto la sua capacità di avere portato a termine e suoi doveri, compiti che solo se svolti con dovizia potevano assicurare la sopravvivenza delle genti.
Inoltre “punendo” chi di cattivo cuore si dava luce, subito dopo il solstizio d’inverno, ad un nuovo sole che avrebbe, condotto, piano piano, fuori dalla stagione fredda e dura.

Quindi regali come speranza e regali come ringraziamento.

Da noi a Lotus Harmony, puoi scegliere trattamenti per regalare coccole, riequilibrio o lavoro su di sé!

Guarda il nostro sito.

Troverai quello che fa per te o per i tuoi amati.

Cora

In cerchio.

Il Cerchio in Geometria è la parte di piano delimitata dalla circonferenza.
La circonferenza è l’insieme dei punti equidistanti da un punto fissato, detto centro del cerchio.

Quante volte oggi ci capita di stare in cerchio?
Di sederci, di guardare gli altri occhi negli occhi, di darci tempo, speranza, condivisione, stando tutti allo stesso livello?

Livello di cerchio, ove ci si può muovere in sicurezza “racchiusi” da una circonferenza.
Il cerchio è una figura archetipica, presente in innumerevoli culture, già studiato da Jung nei suoi trattati sui Mandala e da egli definito come un archetipo che riporta ordine permettendo all’uomo di mettersi al centro di esso e di portare fuori quello che non serve più.
Il cerchio ha accompagnato le società matriarcali di pace ed accompagna ancora quei “giri di sedie estive e polverose” nel sud Italia.
Nella storia e nei miti ricordiamo diversi “tavoli rotondi” che hanno richiamato la stessa importanza di tutti i membri che vi sedevano.

Oggi vi è bisogno di cerchio, più che mai.
C’è bisogno di stare mano per mano, c’è bisogno per far questo di conoscerci, di offrire fiducia, di osservare.
Di prendersi le proprie responsabilità perchè il cerchio restituisce libertà ma anche possibilità di azione a ciascuno: nel cerchio c’è delega in fiducia e non delega che può sottostare ad un potere.
Nel cerchio c’è dialogo: possibilità di dire e non essere zittiti.
Nel cerchio c’è accoglienza di ciò che è diverso, altro da sé.
Nel cerchio vi è tempo, dato e preso.
Nel cerchio vi è danza, canto, mani che si muovono ed anche meditazione ad occhi chiusi.
Nel cerchio vi è permeabilità.
Nel cerchio vi sono lacrime e sorrisi, macigni ed acqua mossa da maree.
Nel cerchio vi sono io, con te, con voi ed anche con loro.
La vera difficoltà è far si che i cerchi non siano una sera ogni tanto ma che vengano vissuti davvero nella quotidianità.

Cora Erba

Presso Lotus Harmony c’è la possibilità di partecipare ad una giornata di formazione per accompagnare in un cerchio. Clicca tra i nostri corsi di formazione e non perdere quest’opportunità.

Corsi di formazione Lotus Harmony

Celebrando Yule

Martedì 18 dicembre dalle ore 21:00 alle 23:00

Le giornate sono avvolte nel buio più fitto ma la festa della Luce si sta preparando per scaldare le nostre anime ed i nostri cuori.
Durante i tempi antichi, il fine Dicembre, ancora avvolto nella morsa del gelo, dava speranza… Speranza di dovere ancora stare nell’inverno ma che accenni di Luce potessero, di giorno in giorno tornare e mano a mano risvegliarci.

Come primo Sabbat della ruota dell’anno, Solstizio d’inverno, porta propositi, desideri, speranze… Luci.

In cerchio per celebrarlo, bruciando in un piccolo braciere i vecchi desideri e portandone di nuovi, affidandoci alla piccola Luce che può tornare a brillare in noi: flebile ma tenace.

Insieme addobberemo il ramo di yule e daremo casa alle nostre piccole luci: materiali e spirituali.
Ci accompagnerà l’arpa angelica.

Porta con te: un barattolo di vetro, della carta velina.
Se vuoi, qualcosa per addobbare il ramo che rimarrà a lotus harmony.

Per prenotarti (entro il 15 dicembre): cora@lotusharmony.org oppure 3922932963

Clicca qui per il pagamento di Euro 15

Archetipi femminili. Al centro del cerchio.

Un lavoro interessantissimo dedicato agli archetipi del femminino è stato portato in Italia da Verena Schmid, fantastica ostetrica.
Ha fatto sua l’esperienza di due colleghe empiriche americane Elizabeth Davis e Carol Leonard, di sicuro un regalo per tutte le donne: quelle che grazie alla maternità o ad altri momenti di passaggio vogliono entrare nella loro immensa profondità.

Esperire gli archetipi ci permette di conoscerci al meglio, ci accompagna ad osservare i nostri trascorsi, fossero lineari o più arzigogolati e, nel caso, potere recuperare dei “pezzi” mancanti nel nostro puzzle di vita, leccarsi ferite e trovare nuove sinergie e risorse, ricchezze presenti in ciascuna di noi .
Gli archetipi si configurano come simboli, parti inconsce, arcaiche che facilmente riescono ad illuminare situazioni prima oscure: quando lavoro in cerchio, quando una donna riesce ad accogliere il proprio archetipo, mi rendo conto quanto possa raccontarlo mille volte meglio di me, mille volte meglio di tutti i libri studiati sull’argomento…

Tutto questo accade perchè queste forze sono in grado di risvegliare la nostra natura più profonda ed incontaminata.

Il cerchio della vita della donna parte dall’archetipo della figlia, arrivando alla madre oscura; si collega alle quattro fasi lunari ed alle quattro stagioni:

  • Luna crescente, primavera
  • luna piena, estate
  • luna calante, autunno
  • luna nera, inverno.

Ogni fase porta una specifica qualità, uno specifico sapere: innocenza, nutrimento, potenza e saggezza.
In ogni fase incontriamo tre specifici archetipi, di cui uno cardinale, quello precedente e quello successivo che ne iniziano o trasformano la relativa forza.
Ogni archetipo della ruota si affaccia poi ad un altro: speculare e complementare, capace di completare e recuperare delle parti di noi.
E poi vi è il tredicesimo archetipo, a me piace definirlo il jolly del mazzo, con tutta una sua particolare forza.
Archetipi del femminino, presenti in noi.
A volte esaltati, a volte tarpati e sommersi.
Gioia da scoprire, di cui tutte siamo dotate.

Gli archetipi si possono sperimentare autonomamente od in gruppo: il cerchio, di sicuro ha la forte capacità, di colmare vuoti, di creare specchi, di sostenere ed entusiasmare.

Se vuoi esperire gli archetipi in forma privata scrivimi: cora@lotusharmony.org

Se vuoi partecipare ad un momento di gruppo, guarda i nostri eventi sulla pagina di Lotus Harmony,ti anticipo che la prossima serata sarà il 18 Gennaio alle ore 21 , potrai decidere di regalare la partecipazione ad una donna vicino a te visto che si avvicina natale.

Buon viaggio, Cora.

Articolo ispirato da: Verena Schmid, “Apprendere la maternità”