Vivere il cambiamento

11988459_1203364503023060_8575794820874499001_nOggi è iniziato il mio secondo anno di Yoga, non riesco più a definirlo un percorso per diventare insegnante, in realtà per me sta diventando molto di più, una ricerca verso la comprensione.
Il mio maestro oggi parlando dei centri che si trovano in giro e conoscendo il mio sogno, descriveva di quanto ora, per avere successo, tutto sia improntato sull’immagine, il sito più bello, la cartolina più bella, lo yoga più in voga e di quanto la ricerca spirituale sia così lontana.
Già, tutto è improntato sul business ed io sinceramente non è ciò che vorrei trasmettere in futuro, lo so che sarò tagliata fuori, ma non voglio cambiare ciò che provo nei confronti di una disciplina che sta scardinando il mio spirito.

Vivere il Cambiamento

Il cambiamento uno dei temi di questa mattinata, io donna selvaggia che si è sempre vantata di non avere mai avuto paura dei cambiamenti mi sono ritrovata a riflettere di quanto abbia mentito a me stessa.
Gli schemi mentali passati sono qualcosa che non è mai facile far svanire, ci si può lavorare, ma non è un percorso così semplice come certi operatori olistici vogliono vendere
“Mezz’ora e passa tutto, prova il mio metodo”.
Ho vissuto una vita in completa solitudine interiore, lo sa bene chi mi accompagna da anni, la mia difficoltà principale è sempre stata aprirmi, perchè se ti mostri debole il mondo ti mangia, almeno così sono stata cresciuta.
Anni fa qualcosa è cambiato, forse si ho avuto un grandissimo bisogno di condivisione, lavoravo attraverso i miei cristalli, meditavo, leggevo, cercavo di capire come riuscire a sbloccarmi, fino a che ho imparato di quanto non sia poi così difficile trovarsi in un cerchio di donne e piangere.
Già, piangere è stato il mio primo passo verso l’amore per me stessa, permettermi di non vergognarmi di ciò che provavo, ma tutto ciò ha portato anche delle conseguenze, ora quando perdo qualcuno, quando amici o amiche cambiano direzione soffro veramente molto e mi dò le colpe per ogni cosa.
Accettare il cambiamento che le nostre vite siano imprevedibili e che lo siano anche i rapporti interpersonali non è per niente semplice, sono capace di non sentire le mie amiche storiche per un anno, ma ho la certezza che questo non cambierà mai, utopia? Ora si, ora mi rendo conto grazie al lavoro di stamane che l’unica certezza è l’incertezza.
Soffriamo perchè le persone spariscono, soffriamo perchè non comprendiamo perchè possano decidere di non essere più presenti nella nostra vita, siamo circondati da milioni di aspettative che appena vengono a mancare ci distruggono.
Stamane mi sono resa conto di quanto sia vero e reale anche nella mia vita, eppure di addii ne ho vissuti moltissimi,non tutti rimangono, i nostri cammini possono essere differenti ed a volte anche nella ricerca del nostro sè lasciamo la mano di chi amiamo e cambiamo strada, questo ci fa soffrire semplicemente perchè non siamo ancora in grado di comprendere di quanto sia la normalità.
Ho compreso una grandissima lezione in queste ore… devo ascoltarlo ancora tanto il mio respiro, devo viverlo,perchè i mutamenti fanno parte della vita di ognuno di noi e dobbiamo solo imparare ad accettarli, chissà un giorno arriverò a 70 anni e riuscirò a lasciare andare veramente, per ora sorrido guardando disegni di bambini che con la loro innocenza mi hanno portato tanto amore nel mio cuore.

E TU I CAMBIAMENTI COME LI AFFRONTI?

Grazie Sathya Yoga

Khadija

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *