2 agosto 2017

Armonizzazione delle cicatrici.

ARMONIZZAZIONE DELLE CICATRICI CON METODO KANNER (vedi sopra)

Per illustrarvi questo trattamento citiamo un’intervista a David Kanner (ideatore del metodo) apparsa su www.genitorichannel.it.Trattare e curare la cicatrice del cesareo.In Italia il 40% circa dei bambini che nascono lo fanno attraverso la pancia, attraverso un intervento di chirurgia maggiore. Molte donne subiscono l’episiotomia, che è anch’esso un taglio profondo.Se vogliamo davvero occuparci di una nascita rispettata e rispettosa penso che dobbiamo (si dobbiamo!) occuparci delle donne che hanno vissuto l’esperienza del parto cesareo o di un parto operativo.
La cicatrice del parto cesareo
Che lo si abbia chiesto oppure no, questo intervento esterno lascia una ferita, che a seguire diventa una cicatrice.
Il Dr. Kanner, osteopata, insegna che “la cicatrice da parto cesareo è un’entità particolare e complessa e, che è differente da tutte le altre, poiché è la testimonianza dell’arresto o dell’assenza dei movimenti della vita, ossia di quel passaggio iniziatico che è la nascita di un figlio o di una figlia.”Secondo il Dr. Kanner “tutte le cicatrici sono una aggressione memorizzata dai tessuti”, in particolare per la diade madre-figlia/o poiché la pelle, proprio
per la sua estensione fisica, è il più grande organo del corpo ed ha la stessa origine embrionaria del sistema nervoso centrale, dell’ipofisi (deputata ai cambiamenti ormonali, come l’ossitona che è l’ormone dell’amore e della relazione), della ghiandola mammaria (importante per l’allattamento) e delle surrenali (che producono adrenalina e cortisolo).Il medico, attraverso la lama del bisturi taglia la pelle, dunque le fasce che collegano tutte le nostre parti e gli organi tra loro. Sotto la pelle, le fasce, sono quelle membrane che collegano tutte le nostre parti, le strutture e gli organi tra loro. Quindi se le fasce sono cicatrizzate, tutta la meccanica del corpo ne è informata e modificata.
Nel caso particolare della cicatrice del cesareo l’utero è stato tagliato, ferito nella sua intimità, quindi si indurisce e crea una tensione meccanica e funzionale.
Conseguenze della cicatrice da parto cesareo
Sappiamo che è la percezione degli eventi che ci fa leggere e sentire la nostra realtà, ma indipendentemente da questa percezione, che potrebbe essere molto positiva soprattutto nelle donne che hanno desiderato fortemente un parto cesareo, la cicatrice c’è, esiste ed è la testimonianza dell’aggressione al corpo della donna, e mantiene la memoria dell’evento.
Uno dei segni di questa memoria è la sensibilità della pelle. In una prima fase la zona circostante la cicatrice è al tatto insensibile, come se fosse morta, dura, nascosta, immobilizzata.
Il punto è che durante il parto cesareo, la secrezione di cortisolo che è necessaria per la cicatrizzazione mantiene anche uno stato di stress permanente.
La cicatrice altera l’ordine naturale e anche se si forma fisicamente per rinsaldare i tessuti, in realtà resta aperta energeticamente. Diventiamo piu’ vulnerabili all’influenza esterna e alla perdita di energia.
L’armonizzazione globale della cicatrice che propone il Dr. Kanner, tecnica che a sua volta ha imparato dal Dr. Philippe Mahè, è composta da tre tappe:La prima tappa della riconciliazione e’ il ringraziamento. Ringraziare la cicatrice e’ importante perché è grazie a lei che il bambino è nato e la mamma è sopravvissuta.
Ringraziare libera molta energia repressa e negativa, mettersi in stato di gratitudine di fronte ad un evento che potremmo aver percepito come negativo, libera molta energia.La seconda tappa è il rilassamento: la liberazione emozionale e la dispersione energetica.La terza tappa è l’informazione positiva.

Si segnala che Il trattamento di armonizzazione, funziona per tutti i tipi di cicatrice.

Gli incontri verranno accompagnati da Cora Erba, doula e pedagoista.
Prezzo Euro 50,00

 

By